Note a Margine. Racconti, analisi e proposte dalla periferia leccese

Sabato 21 ottobre 2017, ore 10:30, presso la Biblioteca di quartiere, in via Siracusa n 110 (167b), a Lecce, si terrà l’incontro: Le strategie per promuovere la cultura del bene comune. Insieme a Simona Cleopazzo (Lecce Bene Comune) dialogheranno Riccardo Rossi (Brindisi Bene Comune), Roberta Forte (Galatina Bene Comune), Andrea Tenore (Mesagne Bene Comune) e Sebastiano Zenobini (Galatone Bene Comune).

C’è un grande vuoto in questa città, a sinistra. Ci sono alcuni spazi sociali ma non c’è un solo spazio politico, vero, vivo, aperto. Non c’è un luogo in cui sia possibile recarsi quando si ha voglia di parlare di politica e di politiche, lontano dai periodi elettorali. Un luogo in cui confrontarsi e discutere liberamente, sempre aperti sia all’assenso che al dissenso. Questo è lo spazio che Lecce Bene Comune sta costruendo, in una sede che non a caso si chiama Macelleria Sociale, una ex macelleria ristrutturata, per richiamare quello che accade nella società contemporanea, in cui le persone sono ormai spogliate di ogni diritto, ridotte a carne da macello. Ci muoviamo qui, in periferia, nella zona 167/B di Lecce, con pratiche quotidiane di resistenza sociale e di lotta alle diseguaglianze, in costante crescita sotto l’effetto di politiche sempre più spietate.

Il nostro è uno spazio politico dedicato alle assemblee aperte ogni primo martedì del mese, ad una scuola per l’auto-formazione, ad una serie di mobilitazioni su temi quali l’attuazione della Costituzione e l’acqua bene comune.

A partire da sabato 21 ottobre fino al 16 dicembre, questo spazio sarà animato anche da Note a Margine – racconti, analisi e proposte dalla periferia leccese. Sarà un calendario denso di incontri di approfondimento su una serie di tematiche, marginali per l’inconsistente chiacchiericcio politico abituale ma assolutamente centrali nella vita quotidiana delle persone.

Questo è lo spazio che consegniamo al quartiere, con una piccola biblioteca sociale, dove accanto ai classici si possono trovare libri per bambine-i e ragazze-i, un servizio di doposcuola attivo tre giorni a settimana, un’iniziativa di distribuzione gratuita di materiale scolastico (dalle penne agli zaini).

Il nostro programma politico è quello di restituire “potere al popolo”, come recita il titolo dell’incontro dedicato all’approfondimento dell’esperienza del collettivo Je so’ pazzo, che ha occupato l’ex ospedale psichiatrico giudiziario di Napoli. E lo vogliamo realizzare a partire dalla periferia leccese, lanciando un grido di speranza e di lotta per la costruzione di una nuova democrazia.

Articoli correlati: