LECCE: OLTRE LA CARTOLINA, LA VITA QUOTIDIANA DEI CITTADINI

Lecce Bene Comune è un nome che ha già dentro un programma di governo.

In una campagna elettorale di candidati consiglieri che si inventano politici all’ultimo minuto e candidati sindaci che vendono il “cambiamento” come caramelle, Lecce Bene Comune invita una comunità a guardarsi in faccia senza sconti o alibi.

Rifuggendo da ogni visione addolcita della realtà, punta dritto al cuore del problema: la città negli ultimi anni ha visto aprirsi drammaticamente la forbice della disuguaglianza. Il primo punto del programma di governo è, quindi, accorciare le distanze economiche e sociali tra i cittadini, riscrivendo la lista delle priorità degli interventi pubblici.

Si può fare? Certo! A Lecce le amministrazioni non hanno speso poco, hanno speso male. Si è pensato a distribuire consulenze e favori, si sono sperperate risorse nella questione-sicurezza, mentre Lecce aveva ed ha bisogno di una cura fatta di politiche sociali e culturali intelligenti, che ricuciscano un tessuto sociale ormai smagliato.

E’ così che la città che incanta i turisti è diventata sempre più inospitale per i propri cittadini. Noi siamo partiti da via Siracusa, nella zona 167B, prendendo casa nella periferia est della città, proprio per segnare un radicale cambio di passo ed una distanza da chi immagina una Lecce divisa nettamente in tre: città vetrina turistica, città dei servizi e periferie.

Oggi, mentre gli altri candidati si muovono all’interno di uno schema classico di proposte elettoralistiche – una pista ciclabile qui, uno stadio nuovo lì – Lecce Bene Comune lancia alla città, seguendo i migliori esempi italiani ed europei di neo-municipalismo, una sfida totalmente diversa. Una prospettiva che parla di partecipazione, di restituzione alla comunità di beni pubblici, di valorizzazione del capitale umano e pone al centro del dibattito la domanda “chi decide?”, facendo una precisa scelta di campo: a decidere sono i cittadini e non gli interessi privati dilaganti.

         Alessandro Presicce

candidato consigliere comunale per Lecce Bene Comune